Ginocchio:le principali patologie nel corso degli anni


Il ginocchio è una delle articolazioni maggiori e permette movimenti quasi esclusivamente di flesso estensione.

La possibilità di camminare per lunghi tratti in tutte le fasi della vita si è costato essere assai utile non solo per il benessere psichico e relazionale dell’individuo, ma è molto importante per il mantenere sani l’apparato muscolo-scheletrico, gli organi interni, il cuore e la circolazione corporea.

Per questo curare il ginocchio e mantenere o recuperare la sua funzionalità equivale a curare e mantenere sano tutto l’organismo.

Il ginocchio presenta problematiche diverse a seconda dell’età

Nel ginocchio nell’età infantile si possono riscontrare deviazioni assiali, le quali talvolta è opportuno correggere.

Nell’età giovanile, oltre a frequenti patologie traumatiche, si possono riscontrare patologie infiammatorie tipiche della crescita come l’osteocondrite benigna della tuberosità tibiale o patologie più impegnative da curare, come l’osteocondrite dissecante.

ginocchio

Lesioni traumatiche del ginocchio

I danni traumatici più frequenti sono quelli che accadono durante lo svolgimento degli sport di contrasto (football, ragby), come le fratture, le lesioni dei menischi e dei legamenti crociati o collaterali.

Nella seconda metà della vita la patologia del ginocchio più frequente e debilitante è l’artrosi del ginocchio (gonartrosi), che consiste in una degenerazione lenta di tutte le strutture dell’articolazione.

Nelle fasi avanzate la gonartrosi può condurre ad una drastica diminuzione della capacità motoria e quindi dell’autonomia dell’individuo.

Diversi sono i possibili approcci terapeutici.

Le terapie farmacologiche hanno avuto un notevole sviluppo con l’approntamento di molecole che possono agire anche in modo preventivo mantenendo più sani i tessuti articolari o almeno frenando processi degenerativi in atto (integratori e viscosupplementazione (infiltrazioni) con acido ialuronico).

Una grande rivoluzione nell’ambito della chirurgia del ginocchio è stato l’avvento della artroscopia (chirurgia mini-invasiva).

L’artroscopia permette, a fronte di due mini incisioni, di risolvere in modo soddisfacente la maggior parte delle problematiche legate alla rottura dei menischi. Nelle deviazioni assiali dell’adulto, sia allo scopo antalgico, sia preventivo di un ulteriore aggravamento, può talvolta essere utile un intervento correttivo di osteotomia (taglio dell’osso) della tibia o del femore, mentre nelle artrosi avanzate vi è spesso l’indicazione ad interventi chirurgici protesici (protesi monocompartimentali o protesi totali di ginocchio).

Negli ultimi decenni la chirurgia protesica ha goduto di una notevole evoluzione per la messa a punto delle tecniche e il miglioramento dei materiali.

Ciò a condotto ad una sempre maggiore soddisfazione delle persone sottoposte ad intervento, poiché recuperano la serenità perduta eliminando il dolore e recuperando la funzione