Artrosi anca (coxartrosi): i sintomi e il dolore associato

artrite anca

La definizione di artrosi anca

La coxartrosi o artrosi dell’anca è una patologia cronico-degenerativa dell’articolazione dell’anca dovuta a una progressiva degenerazione di tutti gli elementi che compongono l’articolazione .

A queste alterazioni si accompagna il dolore e la limitazione del movimento che comporta importante difficoltà alla deambulazione.

L’ artrosi dell’anca è un problema molto comune, sia nelle donne che negli uomini e talvolta insorge anche in età non avanzata. Talvolta i primi sintomi  si possono riscontrare intorno ai 45-50 anni.

In caso di fattori predisponenti, come la displasia congenita dell’anca, i sintomi possono insorgere precocemente.

artrosi anca

immagine anca sana (sinistra) e anca con artrite (destra)

Con il tempo l’infiammazione e la degenerazione coinvolgerà l’intera articolazione fino all’osso.

L’infiammazione modifica sensibilmente lo stile di vita della persona colpita.

Le capacità motorie vengono ridotte e i movimenti più comuni diventano troppo spesso imprese difficili da eseguire per coloro che soffrono di artrosi all’anca.

 

Vediamo quali sono i sintomi di un problema all’anca

 

Generalmente i dolori iniziano in maniera subdola, con fastidi occasionali all’inguine e nell’inizio dei movimenti. L’artrosi dell’anca ha un andamento progressivo.

  • Dolore nell’alzarsi dopo aver mantenuto la posizione seduta. Questo sintomo è tipico della rigidità del muscolo psoas, che “gradisce” lo stare accorciato quando la persona è seduta, ma non “gradisce” il rapido stiramento quando questa si alza.
  • Dolore nella regione inguinale, irradiato anteriormente alla coscia fino al ginocchio.
  • Rigidità, che si manifesta come difficoltà ad eseguire diversi movimenti come vestirsi, indossare pantaloni e calze, calzare le scarpe e mettere le gambe accavallate.

L’ eccessiva rigidità prolungata dei muscoli provoca poi usura dell’articolazione, che si vedrà solo più in là nel tempo.

 

I sintomi possono presentarsi ad una sola anca o ad entrambe: generalmente c’è sempre un lato maggiormente interessato, ma nel tempo questo può cambiare a causa degli adattamenti che il corpo mette in atto per sfuggire al dolore.

Trattamenti per il dolore da artrosi

La patologia viene diagnosticata dopo aver effettuato degli esami radiografici e dopo aver osservato accuratamente i sintomi.

Tra i possibili rimedi c’è sia la terapia conservativa e sia la terapia chirurgica:

  • TERAPIA CONSERVATIVA: prevede la somministrazione di analgesici e antinfiammatori. Raramente possono essere utili delle infiltrazioni (viscosupplementazione) di acido ialuronico per lubrificare e rinforzare la cartilagine usurata in modo da alleviare il dolore.
  • TERAPIA CHIRURGICA: è prevista nei casi più gravi e prevede l’impianto di una protesi per sostituire l’articolazione dell’anca malata. Dopo l’intervento è necessario seguire un accurato programma di fisiioterapia.
I contenuti hanno un carattere puramente informativo e NON devono essere in alcun modo interpretati come sostituenti la visita medica, ossia consigli, diagnosi, prognosi e/o indicazioni di trattamento da parte di medici, operatori sanitari e specialisti, ai quali è sempre opportuno e doveroso fare riferimento per qualsivoglia problema di salute. Modulo di contatto

Informazioni su Pietro Girardi

Laurea in Medicina e Chirurgia presso l'Università degli Studi di Verona Specializzato in Chirurgia Mini-Invasiva Anca e Chirurgia della Mano Microchirurgia Ricostruttiva. Socio S.I.O.T. (Società italiana di Ortopedia e Traumatologia) - Socio S.I.C.M. (Società italiana di Chirurgia della Mano).