Protesi mini-invasiva dell’anca: il candidato ideale e i criteri di scelta

protesi mini-invasiva anca

Protesi mini-invasiva dell’anca – premessa

Il candidato ideale della tecnica di impianto di protesi mini-invasiva anca, per essere sottoposto all’intervento deve essere un paziente innanzitutto motivato ad ottenere in tempi brevi il massimo risultato funzionale previsto.

 

La mini-invasività dell’accesso chirurgico, prevede una conservazione maggiore dei muscoli e dell’osso.

 

Per questo motivo permette una ripresa della deambulazione e un recupero dell’equilibrio in tempi rapidi. Non vi sono perciò strette limitazioni relative all’età anagrafica.

Protesi mini-invasiva anca: analisi delle condizioni generali

  • Per le protesi mini-invasive a stelo corto è preferibile un paziente che abbia ossa in buone condizioni e non osteoporotiche.
  • Per questo motivo sono maggiormente candidate le persone non anziane.

Talvolta, una eccessiva massa muscolare e/o adiposa può rappresentare qualche difficoltà tecnica all’accesso mini-invasivo anteriore. Quindi il candidato ideale non è obeso.

La scelta di una via chirurgica mini-invasiva o di una protesi rispetto ad un’altra non è stabilita tuttavia secondo parametri rigidi.

Anestesia nella protesi di anca mini invasiva;spinale e generale

Conclusioni

Il candidato alla tecnica mini-invasiva viene scelto dopo aver soppesato vari aspetti, come l’età, le condizioni generali, il volume corporeo, le caratteristiche dell’articolazione la qualità dell’osso e le esigenze funzionali. Bisogna tuttavia ricordare che interventi chirurgici con approcci totalmente diversi possono infine condurre al medesimo buon risultato, se eseguiti da mani esperte. La “mini invasività” è un concetto ampio che non prevede solo delle incisioni brevi ed estetiche ma il minimo danno a tutti gli elementi biologici che sono coinvolti nell’atto chirurgico, e cioè, l’osso, i tendini, i muscoli, le fasce. Non da ultimo è da considerarsi mini invasiva una minor perdita di sangue.

 

I contenuti hanno un carattere puramente informativo e NON devono essere in alcun modo interpretati come sostituenti la visita medica, ossia consigli, diagnosi, prognosi e/o indicazioni di trattamento da parte di medici, operatori sanitari e specialisti, ai quali è sempre opportuno e doveroso fare riferimento per qualsivoglia problema di salute. Modulo di contatto

Informazioni su Pietro Girardi

Laurea in Medicina e Chirurgia presso l'Università degli Studi di Verona Specializzato in Chirurgia Mini-Invasiva Anca e Chirurgia della Mano Microchirurgia Ricostruttiva. Socio S.I.O.T. (Società italiana di Ortopedia e Traumatologia) - Socio S.I.C.M. (Società italiana di Chirurgia della Mano).