Artrite reumatoide,sintomi e cause della malattia


Artrite reumatoide: Definizione

L’artrite reumatoide è una malattia cronica infiammatoria che colpisce maggiormente le articolazioni, spesso con carattere evolutiva o e distruttivo, ma che può interessare anche altri tessuti dell’organismo con coinvolgimento quindi anche extra-articolare.

Qual’è la cause dell’artrite reumatoide ?

L’ipotesi attualmente sostenuta circa la patogenesi (causa) dell’artrite reumatoide è che, nell’individuo geneticamente suscettibile (soggetto predisposto) , un evento scatenante sconosciuto attivi delle cellule ematiche (linfociti) che iniziano un processo auto immune, un processo cioè in grado di scatenare nell’organismo la malattia.

Sebbene la causa della artrite reumatoide sia ancora ignota, i dati delle più recenti ricerche in campo scientifico evidenziano alcuni fattori che sono importanti nell’attivazione e nel mantenimento dell’infiammazione.

L’organo bersaglio principale dell’infiammazione è la membrana sinoviale, costituita da cellule che rivestono l’articolazione: tale membrana produce liquido sinoviale necessario per la lubrificazione e il nutrimento della cartilagine articolare.

Le sostanze ad azione pro-infiammatoria rilasciate dalle cellule immunitarie determinano il gonfiore e il successivo danno della cartilagine e dell’osso presenti all’interno dell’articolazione

Qual’è l’esordio dell’artrite reumatoide ?

L’esordio della malattia è estremamente variabile.

artrite reumatoide

Artrite reumatoide

Nella maggioranza dei casi è graduale ed insidioso con le caratteristiche di poliartrite simmetrica (bilaterale, sia a destra che a sinistra) e coinvolgimento delle mani e dei piedi e quindi successivo interessamento delle articolazioni più prossimali.

Le articolazioni maggiormente colpite da artrite reumatoide sono quindi le piccole articolazioni delle mani, le interfalangee prossimali e le metacarpo falangee, poi i polsi e quindi le metatarsofalangee , le interfalagee prossimali dei piedi, le ginocchia, i gomiti, le caviglie, le spalle, le anche, la colonna cervicale, le temporo-mandibolari.

L’artrite reumatoide è quindi una poliartrite con distribuzione simmetrica, a carattere aggiuntivo (nel senso che la malattia tende a colpire nuove articolazioni senza risoluzione dell’ infiammazione nelle sedi precedentemente interessate) e con andamento centripeto (dalla periferia al centro).

Gli interventi chirurgici si possono così schematizzare:

  • Sinoviectomia ( artro/tenosinoviectomia ): asportazione della sinovia patologica.
  • Chirurgia dei tessuti molli periarticolari: interventi di stabilizzazione articolare, di riparazione tendinea, di liberazione dei nervi intrappolati ( tunnel carpale, tunnel tarsale ) ecc…
  • Chirurgia articolare: sostituzione dell’articolazione compromessa (artroprotesi) o, dove questo non fosse possibile, fusione dell’articolazione ( artrodesi ).

Fonte : ATMAR e IOR

I contenuti hanno un carattere puramente informativo e NON devono essere in alcun modo interpretati come sostituenti la visita medica, ossia consigli, diagnosi, prognosi e/o indicazioni di trattamento da parte di medici, operatori sanitari e specialisti, ai quali è sempre opportuno e doveroso fare riferimento per qualsivoglia problema di salute. Modulo di contatto

Informazioni su Pietro Girardi

Laurea in Medicina e Chirurgia presso l'Università degli Studi di Verona Specializzato in Chirurgia Mini-Invasiva Anca e Chirurgia della Mano Microchirurgia Ricostruttiva. Socio S.I.O.T. (Società italiana di Ortopedia e Traumatologia) - Socio S.I.C.M. (Società italiana di Chirurgia della Mano).