Stampella ascellare


La stampella ascellare. Si tratta di un dispositivo, generalmente in alluminio, regolabilie in altezza, composto da due montanti che si uniscono in basso terminando con un puntale antiscivolo; a livello dell’estremità superiore è applicato un appoggio ascellare morbido (che arriva due-tre centrimetri al di sotto dell’ascella per non gravare eccessivamente sui vasi e i nervi che ne verrebbero altrimenti danneggiati), e, più sotto, all’altezza del gran trocantere, una impugnatura per l’afferramento e la spinta verso il basso necessaria per il distacco dei piedi dal suolo.

Viene utilizzata soprattutto da persone anziane, sia per l’appoggio di un solo arto superiore che per l’appoggio di entrambi gli arti superiori, al fine di consentire, in quest’ultimo caso, un cammino tipo swing to o swing throw.

Per ottimizzarne l’utilizzo, i gomiti, a soggetto in stazione eretta , dovrebbero restare flessi di 10°-15°.

La differenza tra stampelle ascellari e canadesi: scelta e uso

Devi scegliere e comprare un paio di stampelle per poterti muovere in autonomia e sicurezza? Hai davanti a te due alternative.

Stampelle canadesi o antibrachiali: sono quelle dotate di un supporto dove poggiare l’avambraccio e un’impugnatura per fare peso con la mano.

Stampelle ascellari: hanno un supporto morbido dove inserire l’ascella e, anche in questo caso, un’impugnatura da afferrare con la mano per spostarsi.

Entrambi i modelli hanno una lunghezza regolabile e devono essere dotati di un puntale anticaduta. La loro funzione è uguale, perciò ognuno può scegliere l’uno o l’altro modello secondo i propri gusti o esigenze.

Per aiutarti nella scelta ti spieghiamo come si usano.

Prima di usare le stampelle canadesi devi regolare l’altezza: mettiti accanto alla stampella e assicurati che l’impugnatura sia all’altezza del femore in modo da poter afferrare bene il manubrio. Inoltre, devi avere il braccio sia leggermente piegato a 15°.

Per muoverti dovrai infilare l’avambraccio nell’apposito spazio e afferrare l’impugnatura per darti la spinta e non poggiare l’arto danneggiato.

Per quanto riguarda le stampelle ascellari, anche in questo caso, devi stare in posizione eretta e afferrare le impugnature. La stampella dovrebbe arrivare ad un massimo di 2 cm sotto le ascelle, e anche in questo caso, le impugnature devono trovarsi all’altezza della testa del femore.

In via generale, le stampelle canadesi richiedono maggior forza sulle braccia e sono quindi più difficoltose se hai problemi agli arti superiori e non riesci a governarli. In alcuni casi, quando il disturbo è lieve e il medico lo consiglia, può essere usata una sola stampella oppure un bastone.

I contenuti hanno un carattere puramente informativo e NON devono essere in alcun modo interpretati come sostituenti la visita medica, ossia consigli, diagnosi, prognosi e/o indicazioni di trattamento da parte di medici, operatori sanitari e specialisti, ai quali è sempre opportuno e doveroso fare riferimento per qualsivoglia problema di salute. Modulo di contatto

  Recapiti: Cell. 346 4319246 (per controlli e prenotazioni con dott. Girardi)