Dolore e deformità alle dita dei piedi nell’adulto


Il dolore alle dita del piede può essere causato da varie patologie come infiammazioni, deformità, affezioni neurologiche, esiti traumatici. Tratteremo qui quelle di maggior frequenza e rilevanza.

Il dolore alle dita dei piedi nell’adulto nella maggior parte dei casi sono dovuti all’instaurarsi di deformità come l’alluce valgo, le dita a martello, le dita in griffe e il dito a collo di cigno. 

Le deformità delle dita sono spesso conseguenza di alterazioni morfologiche del piede come il piattismo o l’equinismo, unitamente ad uno squilibrio della trazione muscolo-tendinea degli estrinseci ma soprattutto degli intrinseci del piede (vedi “dita a martello”).

Inizialmente le deformità possono essere lievi e  non rigide.

In tale fase il dolore è assente o moderato. 

Nelle fasi più avanzate quando le deformità si incrementano e si instaura una rigidità articolare il dolore potrebbe essere più rilevante, anche per il maggior conflitto che avviene con la calzatura, nei punti più esposti dalla deformità stessa. 

A scopo preventivo quindi, ancora prima che avvenga il dolore alle dita con deformità, è indicato di utilizzare calzature non strette, con plantari morbidi e tomaia morbida, possibilmente senza cuciture.

La quotidiana manipolazione delle dita può nelle fasi iniziali impedire o rallentare il peggioramento evitando l’instaurarsi delle rigidità articolari nelle dita che potrebbero creare punti di conflitto costanti con la calzatura.

Le deformità più frequenti sono l’alluce valgo e il secondo dito in griffe. Tali patologie sono frequentemente associate.

I punti prominenti e dove più frequentemente insorge il dolore sono medialmente all’articolazione MP1 (metatarso-falangea del primo dito) dell’alluce valgo e dorsalmente alla articolazione IPP2 (interfalangea-prossimale del secondo dito) del dito in griffe. 

Alla MP1 di un alluce valgo può insorgere medialmente rossore, gonfiore e una borsite dolorosa.

Al dorso della IPP di un dito in griffe si potrebbe instaurare una callosità dolorosa.

Altri punti di dolore si instaurano spesso in genere in prossimità delle articolazioni per conflitto fra le dita stesse.

Quando, nei casi sopra elencati, l’ausilio di tutori, spaziatori, calzature adeguate e l’assunzione di antiinfiammatori, non risolve la sindrome dolorosa, è indicato un intervento chirurgico correttivo delle deformità.

Altri motivi frequenti di dolore alla dita dei piedi sono l’unghia incarnita, da trattarsi talvolta chirurgicamente, l’artrosi e le patologie reumatiche.


Informazioni su Pietro Girardi

Laurea in Medicina e Chirurgia presso l'Università degli Studi di Verona Specializzato in Chirurgia Mini-Invasiva Anca e Chirurgia della Mano Microchirurgia Ricostruttiva. Socio S.I.O.T. (Società italiana di Ortopedia e Traumatologia) - Socio S.I.C.M. (Società italiana di Chirurgia della Mano).